Orientatore

QUALIFICA PROFESSIONALE RICONOSCIUTA DALLA REGIONE LAZIO

Determinazione n. G10727 del 28/07/2017
PROFILO PROFESSIONALE G 1.2 DEL REPERTORIO REGIONALE DELLE COMPETENZE E DEI PROFILI FORMATIVI

Obiettivi del corso

L’Orientatore è in grado di supportare lo sviluppo di percorsi professionali e progetti occupazionali individuali per persone che ne facciano richiesta o ne mostrino necessità (disoccupati, espulsi dal mercato del lavoro, ecc.), attivando l’opportuna rete di relazioni con il sistema di orientamento/ formazione/lavoro di riferimento.

Accompagna giovani e adulti alla definizione del proprio “progetto formativo e/o professionale” e alla gestione di particolari momenti di transizione. Fornisce assistenza, suggerimenti, e consigli alla persona aiutandola ad individuare le scelte più coerenti con le sue aspirazioni, attitudini, competenze e motivazioni, attraverso attività di: accoglienza, consulenza informativa, colloqui, bilanci di competenze, azioni di formazione orientativa, definizione del progetto personale-professionale, accompagnamento alla ricerca attiva ed all’inserimento lavorativo.

Requisiti di accesso al corso: 18 anni compiuti e diploma di scuola media superiore di II grado o certificato di specializzazione tecnica superiore (EQF 4).

ARGOMENTI ( 300 ore di lezione in aula)

– Tecniche e strumenti di rilevazione e valutazione delle competenze e sviluppo delle risorse professionali dell’individuo;
– Metodologie per la conduzione di colloqui individuali e di gruppo con finalità orientative;
– Principali software applicativi per la gestione dei servizi di orientamento;
– Le principali metodologie di orientamento specialistico;
– Offerta del sistema dell’istruzione e formazione professionale;
– Caratteristiche delle professioni e dei contesti lavorativi in cui sono agite;
– Mercato del lavoro locale, trend produttivi ed occupazionali;
– Fonti di finanziamento e opportunità per l’auto-imprenditoria giovanile, femminile o per fasce deboli;
– Rete territoriale dei servizi per l’orientamento, per l’impiego per la formazione professionale;
– Principi di base di economia e sociologia del lavoro;
– Principali riferimenti legislativi e normativi in materia di regolazione del mercato del lavoro, istruzione e formazione professionale;
– Principali elementi normativi che regolano la permanenza nel territorio italiano di extracomunitari e comunitari ai fini di una ricerca di lavoro (documentazione e ambiti di applicazione);
– Principali tipologie di contratti lavorativi e relative caratteristiche;
– Gli strumenti per facilitare la transazione al lavoro per le fasce deboli: mentoring e tutoraggio educativo;
– Regole e modalità per l’avvio e l’esercizio del lavoro autonomo – imprenditoriale;
– Principi di organizzazione aziendale: processi, ruoli e funzioni;
– Sicurezza;
– Inglese tecnico di settore;
– Elementi di base di andragogia e metodologie per facilitare i processi di apprendimento degli adulti;
– Elementi di problem solving, decision making, costruzione dell’obiettivo ben formato e pensiero laterale;
– Tecniche di comunicazione e relazione con il cliente;
– Metodologie di lavoro in team e strumenti di sistematizzazione del lavoro;
– Norme e disposizioni a tutela della sicurezza dell’ambiente del lavoro.

TIROCINIO 200 ore

Il percorso didattico assicura a tutti i partecipanti lo svolgimento di un tirocinio di 200 ore presso uffici risorse umane, agenzie per il lavoro, centri di orientamento e formazione. Lo svolgimento del tirocinio permette di entrare subito in contatto con il mondo del lavoro mettendo in pratica le competenze acquisite.